Metodi naturali e ricerca della gravidanza

Avere un figlio oggi è un evento in molti casi programmato e pianificato e vissuto dalle coppie con consapevolezza. Spesso però, quando l’atteso bambino tarda ad arrivare la donna e la coppia vivono con ansia, preoccupati di avere problemi di sterilità e ricorrono presto ad indagini mediche talvolta invasive, psicologicamente faticose ed anche costose.

Ma come, in campo medico, si definisce la sterilità? Secondo la Società Italiana Fertilità e Sterilità, si definisce sterile la coppia che non abbia concepito spontaneamente dopo un anno di rapporti liberi senza uso di anticoncezionali.

I medici sanno bene che non in tutti i giorni del ciclo femminile è possibile concepire un figlio, ma solo in quei giorni in cui il corpo femminile permette la sopravvivenza degli spermatozoi maschili e contemporaneamente prepara un ovulo, cioè i giorni di fertilità. Quindi i rapporti liberi dovrebbero avvenire soprattutto in questi giorni. Accade di rado però che le coppie vengano consigliate ad imparare a riconoscere la propria fertilità, cioè ciò che permette fisicamente la possibilità di concepire un figlio. Ogni coppia invece può imparare a capire quali sono i giorni in cui ci sono le condizioni per concepire un figlio ed essere aiutati a conoscere la fertilità è proprio quello che i metodi naturali di regolazione della fertilità permettono.

I metodi naturali possono aiutare in modo specifico le coppie che desiderano un figlio: infatti, oltre alla conoscenza dei giorni fertili, cioè quelli in cui è possibile concepire un figlio, le osservazioni dei segni e sintomi permettono di individuare i giorni in cui è più probabile concepire cioè i giorni più vicini all’ovulazione ed in cui la capacità di fecondabilità degli spermatozoi è maggiore. Inoltre la conoscenza del ciclo femminile permette di comprendere meglio e tempestivamente alcuni problemi della donna di tipo ormonale o infettivo, che possono essere più presto diagnosticati ed affrontati.
 
Tutto questo è comprovato anche dalla letteratura scientifica:

  • “I metodi naturali permettono alle coppie un uso ottimale del proprio potenziale di fertilità per l’accurata lettura del tempo fertile del ciclo e per la conoscenza sopra la media dei fondamenti della riproduzione, dei tempi e degli intervalli dei rapporti.” Gnoth et al, 2003
  • “Una gravidanza segue a rapporti che avvengano in un arco di tempo di sei giorni che si conclude con l’ovulazione" Bigelow et al., Hum. Repr., 2004
  • “Rapporti mirati nel tempo fertile hanno il maggior impatto nel ridurre il tempo di attesa del concepimento. Attendere 6 mesi di rapporti mirati nel tempi fertile permette di capire i tempi e le indagini diagnostiche appropriate .” Brosens et al., Hum. Repr., 2004

 
In aggiunta i metodi di regolazione naturale della fertilità sono uno strumento di consapevolezza della fecondità della coppia. Infatti conoscere la propria fertilità permette alla coppia di affrontare insieme il significato di questa realtà che appartiene ad entrambi in modo uguale. Riconoscere i tempi sterili e fertili significa comprendere anche che la fertilità è un tempo in cui è possibile concepire un figlio ma non è automatico, non è garantito e quindi non può essere una pretesa.

Infine è molto importante ricordare che la fecondità di una coppia non si limita alla fertilità fisica che è segno della capacità umana di amare, custodire e far crescere, cioè servire la vita e l’umanità intera così che anche chi non è fertile è capace di generare.

Insomma, i metodi di regolazione naturale della fertilità:

  • consentono di guardare a sé personalmente e come coppia riconoscendosi come una realtà non costruita da noi ma a noi affidata per realizzare il proprio desiderio di felicità e permettono di considerare sé e l’altro con rispetto.
  • aiutano a guardare in modo altrettanto rispettoso il proprio figlio, anche prima che il figlio ci sia e permettono di considerare anche la condizione di infertilità come occasione di scoprire e far emergere quelle risorse della coppia che meglio le consente di comprendere anche il significato e le diverse possibilità dell’essere genitori.
 

Cerca gli INSEGNANTI in Italia