La fertilità femminile

L'apparato genitale femminile è composto da:
  • strutture interne: due ovaie, due tube dette del Falloppio, utero (costituito dal corpo e dal collo), vagina;
  • strutture esterne: grandi labbra, piccole labbra, clitoride, monte di venere.
 
Le ovaie sono deputate alla maturazione ciclica dei follicoli e alla conseguente espulsione della cellula uovo, nonché alla sintesi degli ormoni sessuali (85% estro-progestinici e 15% testosterone). Il collo dell’utero (detto anche cervice) è incaricato della produzione del muco cervicale e del passaggio del flusso mestruale; ha la funzione di valvola biologica, che consente o impedisce il transito verso le vie genitali superiori degli spermatozoi deposti in vagina con il rapporto sessuale; è anche il canale del parto spontaneo. Le tube del Falloppio catturano la cellula uovo espulsa dall’ovaio, convogliano e selezionano ulteriormente gli spermatozoi e, in caso di concepimento, trasportano nell’utero il bambino in esse concepito. Nella cavità uterina avviene l’annidamento della nuova vita a livello dell’endometrio, che è la mucosa di rivestimento della cavità stessa.
 
L’espulsione della cellula uovo (detta ovulazione) avviene in maniera ciclica ogni 21 - 35 giorni, con una media di 28 giorni. Tale funzione è regolata dagli ormoni ipofisari FSH (ormone follicolo stimolante, che stimola l’ovaio alla maturazione dei  follicoli contenenti le cellule uovo) e LH (ormone luteinizzante), che provoca lo scoppio del follicolo che ha completato la sua maturazione e la sua trasformazione in corpo luteo dopo la liberazione della cellula uovo. La cellula uovo dopo l’ovulazione sopravvive per circa 24 ore in attesa dell’arrivo degli spermatozoi. Questi ultimi sono selezionati  e resi capaci di fecondare l’uovo grazie alla presenza del muco cervicale. Il muco cervicale è prodotto dalle cripte della cervice uterina.

Nella fase maturativa i follicoli producono quote crescenti di estrogeni che hanno il compito di preparare l’intero apparato all’evento gravidanza. I bersagli principali degli estrogeni sono l’endometrio, che ricresce dopo essersi sfaldato con la mestruazione, e la cervice uterina, che si apre ed avvia la produzione del muco favorevole alla sopravvivenza e al passaggio degli spermatozoi. Il corpo luteo è responsabile della produzione di progesterone, che ha come organi bersaglio l’endometrio, che viene reso adatto per l’annidamento di una nuova vita, e la cervice uterina, che si richiude con la produzione di un muco impenetrabile.
 

Cerca gli INSEGNANTI in Italia