I metodi sintotermici


I Metodi Sintotermici si fondano sull’osservazione di più effetti fisiologici prodotti dagli ormoni ovarici durante il ciclo femminile. I principali sono: il muco cervicale, la temperatura basale e le modificazioni della cervice uterina.

Nello specifico l'andamento del sintomo del muco cervicale identifica il periodo fertile, mentre il rialzo della temperatura basale, indicatore attendibile di ovulazione avvenuta, conferma l'inizio del periodo sterile. In aggiunta ai segni maggiori, vi sono sintomi minori, quali i dolori addominali, la tensione al seno, le perdite ematiche intermestruali. L’osservazione di tutti questi segni e sintomi consente di riconoscere il periodo fertile ed i tempi non fertili, indipendentemente dalla regolarità o irregolarità dei cicli della donna.

La combinazione in diversa maniera di questi segni determina la possibilità di avere più metodi sintotermici ed in particolare differenzia il Metodo Sintotermico CAMEN ed il Metodo Sintotermico Rötzer.


Il metodo Sintotermico Rötzer


  
Presentazione animata del metodo Sintotermico Rötzer



Il dott. Michele Barbato, cofondatore del metodo                            I coniugi Margaretha e Josef  Roetzer,  
sintotermico CAMEN insieme al Dott. Gabriele                               fondatori del  metodo Sintotermico Roetzer
Bonomi ed al dott. Giancarlo Bertolotti.



                                                                                               
                                                                                                   

Cerca gli INSEGNANTI in Italia