Il metodo sintotermico CAMEN




 


Michele Barbato, fondatore del

metodo sintotermico CAMEN
 





Il dott. Michele Barbato ha sviluppato il metodo sintotermico CAMEN, partendo inizialmente dal metodo elaborato dal Dott. Gabriele Bonomi negli anni 60 / 70. Gli incontri con esperti internazionali e l’analisi delle ricerche effettuate insieme al Servo di Dio, Dott. Giancarlo Bertolotti, hanno sviluppato uno specifico ed originale metodo per la regolazione naturale della fertilità, il metodo sintotermico CAMEN; CAMEN significa Cento Ambrosiano MEtodi Naturali, struttura voluta dall’allora responsabile della Pastorale Familiare della Diocesi di Milano, Monsignor Guzzetti, che mise a disposizione un luogo di lavoro. Questa possibilità, che ancora oggi è riconosciuta con molta gratitudine, ha permesso la formazione di un ambito di professionisti, che ha sviluppato importanti ricerche con università nazionali ed internazionali, ed ha messo in atto il servizio di apprendimento del metodo naturale, da cui si è sviluppata la Scuola di formazione del Metodo Sintotermico CAMEN, costituita in “Associazione Sintotermico CAMEN”, che ne garantisce il continuo aggiornamento e perfezionamento. Ciò assicura a chi utillizza il metodo CAMEN la disponibilità di un metodo con regole precise e aggiornate secondo le ultime scoperte scientifiche


Presentazione del metodo sintotermico CAMEN

Il metodo sintotermico CAMEN si basa sulla combinazione di vari segni correlati alla fertilità: il muco cervicale, la temperatura basale e le modificazioni della cervice uterina. Richiede la loro osservazione e la corretta registrazione su un'apposita scheda. Attraverso la cartella di registrazione quotidiana è possibile individuare l'evoluzione della fertilità attraverso il rilievo del muco, della temperatura e, se necessario, della cervice uterina. I dati registrati vengono correlati tra loro e vengono applicate le regole per individuare la fase fertile. È possibile integrare con i calcoli statistici del metodo del calendario basato sulla lunghezza dei cicli precedenti, solo per individuare il corretto inizio della fase fertile. 

La base scientifica originale del metodo CAMEN è contenuta nel testo del dott. Barbato La regolazione naturale della fertilità: scienza, cultura, esperienza, edizioni CODIT, di cui è in elaborazione una nuova edizione aggiornata.  


Fertilità e non fertilità secondo il metodo sintotermico CAMEN

Essendo diversi gli indicatori per individuare le fasi fertili ed infertili del ciclo femminile, la donna ha a disposizione almeno due segni per identificare l'inizio della fertilità ed almeno due per riconoscere l’inizio della infertilità post-ovulatoria (DOPPIO CONTROLLO).  Utilizzando il doppio controllo, il periodo fertile inizia con i cambiamenti del muco cervicale: il giorno della prima modificazione del muco cervicale determina una sensazione di lieve umidità a livello vulvare che precede la comparsa di muco sui genitali esterni. Durante tale giorno sono solitamente riscontrabili anche le prime modificazioni della cervice uterina che diventa più soffice, più alta e l'orifizio un po' più aperto rispetto al giorno precedente di infertilità. Per identificare l’inizio della fertilità tali dati del muco e della cervice vengono confrontati con i dati statistici sopracitati. Nei giorni successivi sia il muco cervicale sia la cervice uterina subiscono modificazioni graduali fino a raggiungere un quadro di piena fertilità: il muco si presenta particolarmente fluido, trasparente e filante, con sensazione di bagnato e/o lubrificato e la cervice uterina diviene particolarmente soffice, alta in vagina e del tutto aperta.

L’ultimo giorno in cui il muco cervicale mantiene almeno una delle caratteristiche di massima fertilità, cioè sensazione di lubrificato, bagnato, visualizzazione di muco elastico filante e trasparente è definito picco del sintomo del muco, viene identificato nel giorno successivo al cambiamento del muco stesso. L’identificazione del picco del muco cervicale è fondamentale per riconoscere il momento di più alta fertilità del ciclo femminile, quando maggiore è la probabilità di concepimento.

La temperatura basale, misurata dalla donna ogni giorno secondo precise modalità, al termine della mestruazione presenta, secondo regole validate da studi scientifici, un andamento ritenuto basso. Tali valutazioni permettono di identificare i giorni del rialzo termico dovuto al progesterone secreto in relazione all’avvenuta ovulazione. È possibile quindi con la regola del doppio controllo porre in relazione il picco del muco cervicale e l’iniziale rialzo termico. Dal giorno del picco del muco cervicale si valuta l’innalzamento termico di almeno un decimo di grado. Dopo tre giorni di temperatura alta, successivi al giorno del picco del muco cervicale, si considera iniziato il periodo infertile post-ovulatorio. Di ausilio possono essere anche le involuzioni della cervice uterina sotto effetto della produzione del progesterone.
 
Individuata l’alternarsi dei tempi fertile e infertili attraverso l'interpretazione combinata dei segni e sintomi di fertilità, la coppia che desidera una gravidanza sa che deve privilegiare i giorni di massima fertilità per facilitare il concepimento. Invece la coppia che desidera evitare o rinviare una gravidanza sa che durante il periodo fertile deve astenersi dai rapporti sessuali.
 
Il metodo sintotermico CAMEN si caratterizza per  aver definito due diverse metodologie di interpretazione della fase fertile e delle fasi infertili del ciclo femminile: una regola più sicura,  di maggior efficacia, qualora non si desideri una gravidanza, che amplia la fase fertile, aumentando i giorni della continenza periodica in cui ci si astiene dai rapporti sessuali (regola restrittiva) ed una regola di lieve minor efficacia, che diminuisce i giorni di continenza periodica (regola meno restrittiva). La regola del DOPPIO METODO viene proposta ad ogni coppia che può liberamente scegliere, dopo una adeguata formazione, una delle due Metodologie, secondo le proprie motivazioni, più o meno aperte all’accoglienza del figlio.

Il Metodo Sintotermico Camen prevede inoltre osservazioni e regole specifiche per i periodi particolari della vita (allattamento, post-pillola, premenopausa) e per la ricerca della gravidanza.
 

Efficacia del metodo sintotermico CAMEN
 
L’efficacia del metodo Sintotermico CAMEN dipende dal corretto insegnamento ed apprendimento, dall’osservazione e registrazione scrupolose dei segni e sintomi di fertilità, nonché dalla volontà della coppia di educare le proprie abitudini sessuali; se ne evince che, sebbene necessarie alla valutazione scientifica, i risultati di rigide regole statistiche non sempre rendono ragione della bontà in senso lato del metodo. Per contro l’appartenenza dell’utente ad un livello culturale più o meno alto non influenza in modo statisticamente significativo l’efficacia del metodo.

E’ importante distinguere le gravidanze  che insorgono in seguito ad errore del metodo, da quelle dovute ad errore della coppia o dell’insegnante..

E’ indispensabile, trattando dei metodi naturali di regolazione della fertilità, distinguere l’efficacia pratica da quella teorica. L’efficacia teorica è rapportata a situazioni ideali, in cui non viene commesso nessun tipo di errore, ma l’eventuale gravidanza non desiderata è da imputare ad errore del metodo. L’efficacia pratica riflette l’efficacia del metodo calato nella realtà quotidiana di utilizzo. In ogni coppia ci sono periodi della vita in cui i metodi naturali sono utilizzati per distanziare le nascite (spacers) e momenti in cui vengono utilizzati per non avere più figli (limiters); ciò è stato tenuto in considerazione nello studio che ha fondato le regole di utilizzo del metodo, facendo distinzione fra “limiters” e “spacers”.

Da lavori storici della Scuola del metodo sintotermico CAMEN è emerso un indice di Pearl di 3,6 e da allora da tutti gli studi condotti hanno sempre evidenziato un indice di Pearl<5. Già nel 1988 Doring, valutando il metodo del doppio controllo , ha ottenuto un indice di Pearl di 1,6.
 
Torna indietro
 
 


Riferimenti bibliografici
  • Doring GK, Socher K, 1988. Experiences with the sympto-thermal method of family planning, Geburtshilfe Frauenheilkd, 48(2), 106-108
  • Barbato M, Bertolotti G, 1988. Natural methods for fertility control: a prospective study-First Part, Int J Fertil, 33, 48-51
  • Barbato M, 1993. La regolazione naturale della fertilità, Edizioni CODIT
  • The European Natural Family Planning Study Groups, 1993. Prospective European multi-center study of natural family planning (1989-1992): interim results, Adv Contracept, 9(4), 269-283Colombo B, Masarotto G, 2000. Daily fecundability: first resultsfrom a new data base, Demographic Research, 3(5)
  • Guida M, Tomaselli GA, Pellicano M, Palomba S, Nappi C,  1997. An overview on the effectiveness of natural family planning, Gynecol Endocrinol, 11(3), 203-219Bigelow Jl, Dunson DB, Stanford JB, Ecochard R, Gnoth C, Colombo B, 2004. Mucus observation in the fertile window, Human Reproduction, 19(4), 889-892
  • AAVV, 2006. Il periodo fertile - I metodi di regolazione naturale della fertilità in Italia a confronto: aspetti scientifici, didattici e metodologici, edit. Giacchi E, Girotto S, Bozzo G, Libreria Cortina, Verona (I)
  • Frank-Herrmann P, Heil J, Gnoth C, Baur S, Pyper C, Jenetzky E, Strowitzki T, Freundl G, 2007. The effectiveness of a fertility awareness based method to avoid pregnancy in relation to a couple’s sexual behaviour during the fertile time: a prospective longitudinal study, Human Reproduction, 22(5), 1310-1319
  • Del Zoppo S, Barbato M, Boerci ME, 2010. L’efficacia dei metodi di regolazione naturale della fertilità. Corso Precongressuale: la regolazione naturale della fertilità, Congresso SIGO, Milano (I)
  • Barbato M et al., 2017. Basal Body Temperature, Cervical Mucus, Palpation of the  Cervix in Fedra Fertility Awareness for Responsible Parenting, FEDRA Fertility Awareness for Responsible Parenting, Teachers’ Training Course Manual, 111-153
  • FEDRA Fertility Awareness for Responsible Parenting, 2017. Efficacy of Simptothermal NFP Methods, Teachers’ Training Course Manual, 172-182

 

SEGNALAZIONE ARTICOLI


Per saperne di più consulta anche la sezione dedicata agli articoli pubblicati sui metodi naturali. Dei metodi di regolazione naturale della fertilità hanno scritto che...

Cerca gli INSEGNANTI in Italia